Questa è stata la prima sensazione.. mentre con tranquillità le spiegavo l’innocente sms che mi era arrivato.. e che lei facendo finta di nulla aveva aperto.. sa che odio questa cosa (io non apro mai i suoi) e cosi’ mi ha detto che prendeva il cell.. e che “non doveva fare niente” mi sono fidato.. ed ha aperto un SMS..

So che per molti questa è una pratica consueta e comune.. ma per me no.. per me la privacy.. la fiducia.. l’avere una mia vita solo e del tutto mia è fondamentale..

Ho discusso spesso con gli amici di queste cose.. mi dicono che sono fissato.. coppie di amici che si scambiano il cellulare.. un indirizzo mail comune..

Io non sono cosi’.. ho un mio mondo.. una mia piccola fetta di mondo che deve restare solo mia..

Ovviamente non c’era nulla di strano nell’Sms che ha aperto.. discutevo con un amica della differenza fra satanismo satanicità, paganesimo e Wicca.. nulla di strano (almeno per me) ma il dover spiegare “di cosa parlavamo” è stato fastidioso..

Ho spiegato senza tradire emozioni.. mi sono alzato e sono uscito di casa.. me ne sono andato..

E’ cosi’ difficile da accettare come comportamento? Che lo sia o no.. una forte delusione mi ha avvolto ed avvolge ancora ora il cuore.. forse la fiducia era fra le piu’ forti delle sensazioni che provavo.. ed è crollata ieri sera..

Il mistero del dolore
-Emily Dickinson

C’è un vuoto nel dolore:
Non si può ricordare
Quando iniziò, se giorno
Ne fu mai libero.

Esso è il proprio futuro
E i suoi infiniti regni
Contengono il passato,
Illuminato a scorgere
Nuove età di dolore.

Annunci