image

La bicicletta è un mezzo di trasporto piuttosto antico ed all’inizio, qualche anno fa, quando ho ripreso ad usare la bici per andare a lavoro per motivi sia ecologici che economici.. ma anche, diciamolo, per perdere qualche chilo, mi sono sentito regredire.

Figurarsi se mettevo il caschetto, ridicolo. Passano poche settimane dal mio dimezzamento di ruote ed una caro amico, poco più che 50enne viene “sfiorato” da un’auto, che probabilmente sotto i 100q non dà peso a nulla. Appena sfiorato. Ma cade sul marciapiede, batte la testa, e muore sul colpo.

Allora decisi che sopravvivere un altra 50ina di anni valeva bene un po’ di ridicolo (mi sono ripromesso di vedere un mondo senza Berlusconi prima di lasciarlo).

Ora che sfreccio con la mia bici per la città, senza far rumore, senza inquinare e badando alla sicurezza mi sento meno cretino. Il mio android  fa buona musica.

Mi guardo intorno e vedo gente irritata, che spende per muoversi più di quel che vale occupando più spazio di quanto merita. Li vedo urlare, sbraitare con gli occhi accecati dall’ira per non essere potuti arrivare al semaforo rosso 10 secondi prima.

Ci va poco ad immaginarli con delle clave a darsi legnate. Li guardo e penso che il futuro sono io. Loro sono preistorici e subumani.

Anzi, SUVumani.

Annunci