Category: arte e follia


Bevi impreca tromba


La storia di un monaco indiano che, dopo aver passato l’intera vita a meditare, decide che per raggiungere il Nirvana deve viaggiare per un anno. Parte dall’india dove trova milioni di morti di fame, va in cina e deve fare 9 giorni di coda con un camionista mongolo per arrivare in citta’. Va quindi in  Thailandia e qui, seguendo un buffo italiano, si trova circondato da ragazzine seminude. Scoperto il sesso decide di andare in Italia. Qui scopre che il paese piu’ bello del mondo ha un leader molto folkloristico che sta distruggendo il paese, ma poi vede la TV si scofana di pasta, si innamora della pizza e della velina mora e dimentica tutto il resto, tranne il nome del finalista di xfactor. Decide quindi di concludere la sua esperienza a New York dove nessuno se lo fila ed anzi rischia di essere linciato dal ku klux klan in una manifestazione anti Obama. Ebbro di emozioni inizia a bucarsi, totalmente ubriaco, in lacrime di gioia sul pavimento di un motel a ore.

image

Premesso ieri sera ho fatto una delle migliori cene della mia vita alla Grotta della Locanda (Campoli Appennino, FR) ed un vino degli Appennini certo più tosto del Barbera o Freisa a cui sono abituato. Arrivo in questo b&b nei pressi di Sora (FR) (ci credete se dico che ci sono attività commerciali che si chiamano “La Tata”) e trovo questa stanza decorata con alberi neri dipinti fronte letto (come da foto) e sopra il letto e qui, indubbiamente complici vino, alberi, doppio antibiotico potente, massicce dosi di Aulin e senso di impotenza dalla gita pomeridiana a L’Aquila (ho pianto e mi sono arrabbiato ma seguirà altro post) ho avuto incubi strani. Ci tenevo a scriverli subito (sono le 5 ora) prima di dimenticarli dato che non ricordo mai i miei sogni. Ero in una specie di Luna Park al contrario, un sacco di gente, la sensazione che fosse una sagra di paese ma dove tutto era lugubre, triste.. tutti mi guardavano in modo torvo e accusatorio; sembravano processioni di spettri.

I QUATTRO LUOGHI

Quattro sono i luoghi che ricordo nettamente oltre alla continua scorribanda di spettri. Fra uno e l’altro mi sono svegliato sempre più agitato ed avevo l’albero della foto davanti a me.

1) La zattera

Una donna su una zattera triangolare al centro di un fiume. La manovrava con maestria tale da recuperare tutto il cibo intorno e non farci salire altri. Era coltivata ai 3 angoli.

2) L‘olio

Una signora mi chiede di provare la loro specialità terapeutica, bagni in “vero olio abruzzese, ma l’olio nostro, quello buono” mi stendo e che bella sensazione, tutto nudo, molto rinfrescante e quando sento che potrei dormire inizia a dire, come fosse una battuta tipica, che ora accende il fuoco e ci frigge; gli altri avventori ridacchiano e guardano la reazione dell’ultimo venuto, io, ovviamente terrorizzato.

3) La gente felice

Uno squarcio nel quadro generalmente tetro. Un portone di legno, puntellato affaccia su una tipica disxesa dei paesi/città di montagna, sembra quella che dal centro de L’Aquila porta a San Bernardino ma anche quella di Assisi che porta a San Francesco. Vedo gente seduta fuori dai bar che in modo invitante mi porgono il loro calice e sono tentato di entrare, quando sa dietro le mie spalle gli spettri delle processioni arrivano e iniziano a insultare quelli dentro, il loro sguardo raggelante e carico di odio dice, senza parole, “noi siamo caduti per la città e voi invece continuate a cercare il divertimento”

4) Il pub

Questo il più breve buffo di tutti. Entro in un pub, anche qui tutto molto tetro, pieno di polvere e ragnatele e con gente tetra vestita in modo cupo ed ancge scura in volto. Appena entrato parte un mormorio di disapprovazione molto rumoroso, il barista seccato dice a mezza voce ma con l’intenzione di farsi sentire “eccone un altro, vuoi provare anche tu?” indicando uno stanzino buio. Il gioco consiste del bere 5 birre e poi costruire un edificio di almeno 4 piani con le carte da gioco, se riesco ho le birre gratis, se non riesco devo sedermi li con gli altri e starci finché non saremo riusciti tutti. Poi sogghigna dicendo “a L’Aquila non ci riesce nessuno” mi sveglio, gli alberi neri. E sento di dover fotografare questi momenti.

Ed ora

Dopo mesi di preparazione, studio e arrabbiature lo spettacolo teatrale “Family Circles” e’ andato a buon fine. I commenti sono stati positivi e soprattutto mi ha fatto piacere sapere che gli Extranei sono cresciuti, me lo ha detto il pubblico.
Ed ora? Sto visionando un paio di copioni teatrali, ne sto traducendo uno per un corto e sto leggendo il programma del Salone del Libro di Torino. (eccovelo Programma salone del Libro di Torino )

Ma che davvero?

Fino ad ora non sapevo cosa fosse un Blog Candy. Ed in genere sono contrario a pubblicizzare cose solo per guadagno. Ma poi ho visto il blog e mi e’ sembrato utile segnalarvi questo libro.
“Quello che le mamme non dicono” di Chiara C. Santamaria.
Io lo comperei gia’ solo per il sottotitolo: “Dal Pampero ai Pampers”

Quello che le mamme non dicono

     

 

Si conclude in fine questa doppia settimana di lavoro..  un Week End che vale doppio arrivando dopo 12 giorni filati di lavoro pesante..

vi lascio una cosa bella da vedere come arte e come idea.. qualcuno ha penstato che se anche il piu’ minuscolo degli stati ha una sua bandiera perchè non dovrebbe averne una il popolo mondiale degli Internauti?

E cosi’ potete vedere la bandiera di internet sul sito del Guggenheim e potete modificarla.. perchè essendo la bandiera di un mondo virtuale è essa stessa in perenne cambiamento…  mostratemi quella fatta da voi qui sopra mi sono dilettato a immagianre l’Italia dopo il 10 aprile.. 😉 in caso che vinca una o l’altra coalizione!!

Buon Week End!!!

La sensazione che si prova a guardare il Rocky Horror.. l’atmosfera.. è un qualcosa che non si puo’ raccontare..

L’ho rivisto domenica per la seconda volta in un mese.. come al solito ottima compagnia.. (grazie Ricciolì!!).
Ritorno al cardiopalma con un faro rotto.. mi sono anche fermato a ripendermi all’autogrill, panino.. ed ho scordato che avevo un caffè gratis!! grr

Questa settimana segnata dai casini su a Venaus.. probabilmente domani faro’ una gita montana su in val di susa..

Questa sera notte ludens.. il gioco eletto per oggi è “Sword of Rome” un gioco da 7/8 ore.. in cui Etruschi, sanniti, galli, greci e romani si contendono il futuro d’europa..
Insieme alla lettura i giochi aiutano un po’ a viaggiare.. anche se sviluppano piu’ la logica della fantasia. Ieri ero a Puerto Rico.. stasera mio teatro sarà il vecchio continente..

A proposito di teatro.. tre ore di interpretazione ieri.. fra le varie scenette fatte c’e’ stata una cosa chè mi ha colpito.. 
dovevamo, noi maschietti insieme ad una ragazza, rovistare con delicatezza nella borsetta di una 3 ragazza che a noi era sconosciuta.. e dal contenuto, dalla disposizone.. dalla cura.. tracciare un profilo del “personaggio”..
E’ stato divertente ed emozionante.. incredibile quanto la “borsa” parli di noi.. magari per me parla l’auto.. o lascrivania.. ma in generale quando indelebili siano i nostri segni su ciò che ci circonda.. in pochi minuti quasi tutti i proprietari delle borse sono stati scoperti..

Pensate che guardando la vostra borsa o la vostra auto.. o la vostra scrivania.. qualcuno che vi conosce anche da poche settimane possa riconoscervi?

Il titolo del post… It’s just a Jump to the left.. è quello che chiedo al centro sinistra.. piu’ li sento parlare.. piu’ mi torna in mente qualcosa…

 

ZAPATERO, ZAPATERA

Ha vinto le primarie el mortadela
Nuestra es la culpa
a caballo de una graziela
con DiPietro e con Rutela
Prodi no…
por qui me toca votar!

Habemos candidato anche Mastela
la segunda culpa…
E intanto Bertinoti
fa spese in via condoti

Ma porque ma porque ma porque…
ma… ma porque, aqui non c’è…

Zapatero, Zapatera
l’un per ciento de tu carisma ce serve aqui,
Zapatero, Zapatera
Y la primaria no me serviva si c’eri ti.

Porque da Vespas tu no vas
Tu es un hombre
Yo no so cos’è Fassin

El pueblo quiere un leader
fuerte e apasionado!

Prodi bofonchia
como un prelado

E come es triste sta canson
yo sognavo Che Guevara e c’è Bordon!
Ma me consolo:
no se puede peggiorar
O forse sì
con l’ UDC.

Zapatero, Zapatera
l’un per ciento de tu carisma ne serve aqui,
Zapatero, Zapatera
Y la primaria no me serviva si c’eri ti.

E io lo so
Tutta la vita con Parisi non starò
Un giorno troverò
un leader vero anche per me
Almeno uno ci sarà
nell’ immensità.

Riguardo da giorni il mio blog.. ed ogni volta credo di aver qualcosa di piu’ importante da fare che scrivere.. un paio di giorni fa mi è stata fatta un accusa.. dicono che ho poco l’abitudine di parlare di me.. che se ho un argomento in particolare parlo a raffica.. ma quando devo descrivere me non sono poi cosi’ logorroico.
Soprattutto, ho notato io stesso, se si tratta di descrivere il quotidiano.. Mi fa sorridere ed anche un po’ di invidia chi (vediamo se ti riconosci!! :p) mi racconta del colore delle sue coulotte quotidiane.. 
vero che in quando ometto suonerei un po’ strano descrivendo in dettaglio il mio abbigliamento.. ma anche queste cose dicono molto di noi stessi..
Per l’intimo.. beh.. lo metto come firma dei messaggi “Oggi il Mercante ha boxer neri calze nere e maglietta nera” tanto non cambia quasi mai..

In questo periodo ho riflettuto.. alcuni nodi sembrano venire al pettine ma anche no.. sembra tutto come prima.. forse questo di me lo posso dire.. sulle scelte epocali.. quelle che ti cambiano la vita sono solito procrastinare a lungo.. quasi a sperare che una scelta definitiva non vada mai fatta.
Mi rendo altresi’ conto del fatto che quando questo implica il coinvoglimento emotivo, intellettuale e fisico di altre persone una scelta va poi fatta…

Va beh.. per ora la rimando.. troppo sonno.. e da un’oretta anche male ad un orecchio..

E’ passata oltre una settimana dall’ultimo post.. insieme ad arrabbiature sull’andamento della questione TAV ho anche ricordi belli.. giovedi’, ad esempio, sono stato a vedere al Regio (di Torino) il Requiem di Mozart.. concerto simbolico per celebrare la morte dello spettacolo in italia a seguito della finanziaria.. che, mantenendo alti costi per la difesa, pensa di toglierne all’unica cosa rimasta della nostra storia.. la cultura.

Esecuzione divina eppure informale.. con i musicisti che sorridendo alzavano un pugno al cielo.. qualcuno che sventolava bandiere CGIL ed altri con bandiere NO-TAV.. era la mia prima volta al Regio.. e credo non lo abbiano visto in molti in questa versione.

Il Week End.. era atteso da molto.. uno splendido posto in toscana.. Sansepolcro.. città di Piero della Francesca.. un albergo ricavato da un antico cascinale e ritrasformato divinamente.. ottimo paesaggio, ottimo cibo.. ottima compagnia..

La Beth… chi è la Beth nella mia vita.. una persona squisita balzata di prepotenza agli onori della cronaca a marzo del 2002.. una meteora la cui coda non è mai piu’ stata invisibile.. dopo esserci persi per oltre 3 anni.. galeotta Frida Kahlo ci siamo ritrovati.. con caratteri diversi ed obiettivi non sempre coincidenti la nostra storia è un oscillante andirivieni di amore puro e cristallino.. quasi letterario.. a momenti di rabbia e litigi senza quartiere..

Io quando sono arrabbiato non parlo.. infatti ho fatto passare giorni prima di riparlare del Week End..

ma sono anche distratto.. e quindi mi capita di rimandare un discorso.. e poi dimenticare di parlarne (ben mantenendo intatto il ricordo)

Lunedi’ scorso ero un po’ arrabbiato/infastidito/deluso da Riccioli d’oro.. e quella che è stata nel complesso una bella gita fra i monti a casa sua… belle chiacchiere, una lampada quasi distrutta, un progetto di vedere l’India e 1000 altre cose.. per l’arrabbiatura sono diventate “altro contatto con riccioli d’oro”..

C’erano state molte note stonate.. ma con moltissime attenuanti!!  Ma io con la testa forse già altrove, forse con la paura di lasciarmi coinvolgere troppo e complicare ancora di piu’ la mia vita, avevo rischiato di rovinare ancor di piu’ il tutto.. e non vorrei per nessun motivo perdere questa ricciolina che è davvero importante per me.

 

Klimt

Note culturali: Splendida la cittadina di Sansepolcro.. ma fin’ora non ho mai trovato città toscane brutte 😀 molto carino anche il locale museo.. molto curiosa la mostra di chiavi e serrature.. poi guardare la sezione “preistoria” con un’archeologa è una esperienza mistica.
Molto bella la mostra di Sabato a Pavia..  “Klimt: disegni proibiti”

Solo ora riesco a raccogliere un po’ di pensieri..

Al mattino pranzo con una vecchia amica.. (non un amica vecchia!!) poi compleanno ludico.. ed infine viaggio della speranza verso il teatro ciak di milano..

..Il Rocky Horror.. ma ci credete che mi sono aggiudicato all’asta il vestico completo del narratore??? Con allegati due biglietti per l’ultimissima replica.. (l’ultima era ieri.. ma hanno prorogato 15 giorni di repliche ininterrotte a Milano dal 22 al 4 dicembre.. non si puo’ chiudere uno spettacolo cosi’ “eterno” con cosi’ pochi giorni di preavviso.. 😀 i transylvani sparsi per l’italia si sono sentiti traditi in qualche modo..

Emozioni sempre forti ed intense.. carica ironica, comica ed erotica fortissima.. MAGENTA se per caso leggi il mio blog.. lasciami un recapito in privato… ç_ç.. non riesco neppure a trovare il suo nome..

Ho riso.. e pianto..

Beth è stata male.. ed io non ero li vicino a lei come avrei voluto e dovuto.. maledizione all’inventore del teletrasporto.. che aspetta ancora ad inventarlo?

Alcune domande.. so che sono banali ma cosa pensate dei rapporti a distanza? Non parlo di persone che si consocono e si sono viste.. e che sono geograficamente lontane…

Parlo di voci divine, di messaggi sorprendenti.. di un qualcosa che ti prende dentro.. quasi da sentire di amare/desiderare una persona.. che neppure avete mai visto in viso..
E’ una cosa sorprendente.. ma ho sempre sostenuto che quando si conosoce una persona dal vero prima ne consideri l’aspetto.. poi la sua interiorità.. e spesso, se l’esterno è decisamente buono, l’interiorità resta nascosta per sempre..
Consocendo le persone in chat/blog/telefono consoci a mio avviso prima la sua essenza.. e poi il guscio.. ovvio che è basilare che ci sia sempre stata sincerità e lealtà.. altrimenti si viene feriti anche duramente..

Oggi mi sento particolarmente “me stesso”.. a lavoro, in banca, vestito in modo ordinario ed ordinato.. ed a contatto con la pelle la maglietta “ROCKY HORROR SHOW”..

Incredibile.. non so per quanto tempo, magari l’effetto sarà finito prima di concludere il post.. ma.. SPLINDER FUNZIONA DI NUOVO!!!
Non è piu’ fra i siti bloccati.. e cosi’ lo stesso per la posta di TIM.. magari è solo giu’ il filtro e lo rimetteranno in sesto.. ma non potevo non approfittarne..

Quanto tempo è passato? Un mese.. in questo mese il mercante viaggiatore ha visto ed assaporato se pur poco la bella Mantova.. e rivisto a distanza di ere Lucca..

Oramai si stanno consolidando alcune cose..

il dramma di un governo che, a firma LUNARDI,  dà degli sfaticati a 15.000 persone che manifestano contro un progetto criminale.. 
la tanto nominata TAV.. visto in TV? Tutti a parlare della protesta.. avessi visto uno dire il perchè…
Il perchè presto detto.. per fare pasare un treno ad alta velocità da una già vituperata valle torinese devono scavare montagne ricche di AMIANTO e URANIO ignoranto i rischi che cio’ comporta.. senza contare l’inutilità del progetto che si basa su adti vecchi.. sono oramai anni che vengono ridotti i TGV (treni francesi) per scarsa affluenza.. bastarebbe con pochi soldi sistemare i tanti valichi presenti e potenziare il trasporto su ruota.. 
ma no… certo.. lunardi si inalbera per le proteste.. nessuno vuole la tav.. TRANNE LUNARDI.. e LUNARDino.. il figlio.. guardacaso assegnatario dell’appalto che realizza la TAV.. oramai sono finiti i conflitti e son rimasti solo gli interessi a sto governo..

Il toro.. oramai stabilmente secondo in classifica.. una sorta di miracolo sportivo..

Il mio corso di teatro.. che fra imbarazzi, timidezza.. strusciamenti piu’ o meno caldi si inoltra nel vivo.. (per martedi’ prossimo devo preparare un pezzo in Grammelot) e già sento alcune ombre diradarsi.. diventa divertente anche buttarsi nella mischia e far ridere gli altri..

Alcuni rapporti e scambi con persone speciali.. che lentamente si sanno concretizzando..

Ho rivisto Elisabetta.. una fanciulla matta conosciuta nel 1999 a poche ore da capodanno… in un momento di depressione ha pensato di fare un viaggio a torino..

Il mio ingresso stabile nel mondo ludico dei giochi in scatola.. un mondo che pare inesistente.. ma che se vi si entra pianino si apre in universi paralleli infiniti.. e cosi’ questo venerdi’ ero impegnato a crear commerci a Puerto Rico.. in settimana ho tentato di tener sauron lontano dall’anello.. 2 venerdi’ fa ho lottato con delle papere per impadronirmi del becchime e solcato i mari di mezzo mondo su navi mercantili veneziane o su Shooners americani..

Cos’altro.. lavoro.. sonno che pare illimitato.. dovrei dormire una settimana per andare a posto con la media annuale di ore di sonoo..

Poi.. ahhh domenica saro’ all’epilogo del Rocky Horror Show a Milano.. conclusione di un vero mito dei nostri tempi.. ed ultima esibizione.. a legger in giro sembra che sarà l’ultima esecuzione.. e fine per sempre.. confido invece che lo riesumeranno (per restare in tema) in futuro..

Prosodia

Ieri ho iniziato il corso di dizione a teatro.. secondo la prof ho una bella prosodia.. ed ho fatto un figurone perchè ero l’unico a sapere cosa fosse.. (mi è stato detto da una bella fanciulla che ho una voce bella.. profonda e virile ma dalla prosodia femminile.. ).

E’ stato fantastico…

ho anche incontrato alcune amiche conosciute sul web.. parte di virtuale che si materializza in tutta la sua possente fisicità..

Qualcuno ha accusato di non aver parlato di Londra… è stato un Week End magico e quasi onirico.. (sarà perchè abbiamo dormito pochissimo beth??)

La mostra possente e stordente come un pugno nello stomaco.. adoro il suo simbolismo.. possente e stordente è stato anche rivedere Beth..

Vedere Londra calda ed assolata è stato poi il top di tutto…