Category: politica


CatturaOgnuno di noi ha una propria “linea” che ne guida le scelte, le idee e i comportamenti. Alcuni hanno una linea retta, segno di estremismo secondo me, altri una linea che fa diverse virate e cambia con la comprensione dei fenomeni.

Questa linea è formata da princìpi per noi non negoziabili. Uno di questi è per me il concetto “guevariano” di desiderare la felicità di ogni individuo, in ogni parte del mondo, anche persone con idee diverse dalle mie, purché queste non siano di repressione della felicità altrui.

Un altro principio per me inderogabile, è questo: “Se un diritto non è per tutti, allora è un privilegio”, ed è con questo spirito che ieri sono andato a protestare contro le Sentinelle in piedi  in piazza Carignano a Torino.

Il concetto che davvero non mi è chiaro, volendo, come dicono loro, escludere i dogmi religiosi, è perché dare un diritto ad un gruppo di persone sarebbe lesivo di chi questo diritto lo ha già. Non capisco cosa possa togliere a me (sposato, e quasi papà) che due ragazzi o due ragazze possano sposarsi. Non capisco in che modo tuteli me, il divieto di usare insulti a sfondo omofobo. Non capisco perché un parlamentare gay possa godere della reversibilità della pensione, mentre un comune cittadino gay, no.

Ieri sono stato in quella piazza, dove il rapporto fra le Sentinelle, relegate dentro le transenne e protette dalla polizia, e gli antagonisti era 1 a 10. Torino ha detto NO alle Sentinelle. Ho provato a ragionare con queste persone e le risposte che ho avuto sono:

– Ma i matrimoni omosessuali sono contro la legge. Noi chiediamo solo di rispettare la legge. (infatti le leggi cambiano, pochi decenni fa era legale picchiare e ammazzare la moglie, vendere i figli, commettere omicidi passionali e così via…)

– Dove c’è il matrimonio e le leggi antiomofobia i crimini omofobi sono di più che da noi (una corbelleria assurda, basta guardare questo articolo dell’Huffington che riprende un’indagine dell’Unione Europea,  per vedere che l’italia è, insieme alla Grecia, al pari dei paesi dell’est il paese più omofobo d’europa)

– C’è una crescente eterofobia, oramai la lobby omosessuale ci aggredisce quotidianamente, togliendoci il diritto di parola. (su questo, che dire… le squadracce in guepiere che picchiano i naziskin sono in effetti un problema di ordine pubblico)

Ho chiesto ad un ragazzo che era lì con la figlia in braccio (a fargli sentire a 4/5 anni insulti di tutti i tipi) cosa farebbe se sua figlia dovesse diventare omosessuale. La sua risposta, agghiacciante, è stata “Farò in modo che non lo diventi”.

Mi sono preso della “camicia nera omosessualista”, laddove le camicie nere volevano togliere i diritti alle minoranze (come le Sentinelle), io i diritti li voglio dare.

Infine ho sperimentato alla veneranda età di 41 anni uno scontro con un poliziotto. Questo signore che potete vedere nella foto, ha cercato di cacciare dalla piazza queste due ragazze che manifestavano il dissenso alle Sentinelle… baciandosi. Io l’ho fermato e lui, dopo avermi abbaiato in faccia di articoli di legge per i quali un bacio sarebbe disturbo dell’ordine pubblico, e vedendo che io non mi spostavo, ha minacciato di arrestarmi tirando fuori il tesserino della polizia. A quel punto, altri poliziotti sono arrivati e lo hanno portato via ed ho ripreso a leggere il mio “sogno di una notte di mezza estate” di fronte a una Sentinella (con la maglia di GWEN STEFANI!! Aperta sostenitrice dei matrimoni gay)

Image

Ci sono persone che ti aspetti esistano da sempre ed esisteranno per sempre, come la Montalcini, Monicelli o Margherita Hack.

Purtroppo non è così, nonostante questa confusa teoria sull’esistenza di dei, il mondo non è un posto Giusto e se esistesse un dio dovrebbe per primo spiegarmi perché Priebke, 100 anni, è ancora vivo mentre la mia Maggie si è spenta alla tenera età di 91 anni.

Subito i suoi detrattori, cattolici o di destra (perché lei era atea e comunista, senza mai problemi a sostenere le sue scelte) hanno subito attaccato la sua figura rea, a loro dire, di non avere mai fatto nulla di scientifico e solo attività politica.

C’e’ da dire che lei era divulgatrice e non ricercatrice (come invece era la Montalcini) quindi è normale non abbia “scoperto” nulla.

Non invento nulla, leggo da Wikipedia:

– È stata professoressa ordinaria di astronomia all’Università di Trieste dal 1964 al 1º novembre 1992 anno nel quale fu collocata “fuori ruolo” per anzianità e la sua Cattedra fu messa a concorso.
– È stata la prima donna italiana a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Trieste dal 1964 al 1987, portandolo a rinomanza internazionale.
– Membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche, Margherita Hack è stata anche direttore del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Trieste dal 1985 al 1991 e dal 1994 al 1997.
– È stata un membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei (socio nazionale nella classe di scienze fisiche matematiche e naturali; categoria seconda: astronomia, geodesia, geofisica e applicazioni; sezione A: Astronomia e applicazioni)
– Ha lavorato presso numerosi osservatori americani ed europei ed è stata per lungo tempo membro dei gruppi di lavoro dell’ESA e della NASA.
– In Italia, con un’intensa opera di promozione ha ottenuto che la comunità astronomica italiana espandesse la sua attività nell’utilizzo di vari satelliti giungendo ad un livello di rinomanza internazionale.
– Ha pubblicato numerosi lavori originali su riviste internazionali e numerosi libri sia divulgativi sia a livello universitario. Nel 1994 ha ricevuto la Targa Giuseppe Piazzi per la ricerca scientifica.
– Nel 1995 ha ricevuto il Premio Internazionale Cortina Ulisse per la divulgazione scientifica.
– Nel 1978 fondò la rivista bimensile L’Astronomia il cui primo numero vide la luce nel novembre del 1979;
– Insieme con Corrado Lamberti, diresse la rivista di divulgazione scientifica e di cultura astronomica Le Stelle.
– In segno di apprezzamento per il suo importante contributo, le è stato anche intitolato l’asteroide 8558 Hack (nella foto).
– Le è stata conferita la cittadinanza onoraria dei comuni di Castelbellino, di Medicina e di San Casciano in Val di Pesa.

A parte il fatto che io la Peroni non la compro già di mio per motivi degustativi, accusarla di apologia del fascismo perché, mostrando tutti gli stemmi usati dalla nazionale italiana, mostri anche quello del ’38 mi sembra assurdo. Anche la cancellazione della storia e dei simboli è dittatura. Il fascismo, purtroppo, fa parte della nostra storia e sarebbe stato ipocrita mostrare tutti i simboli esposti dalla nazionale italiana tranne quello del ’38. Si dice sempre “per non dimenticare” e poi si vorrebbero nascondere le proprie vergogne.

supreme court say “NO” to Berlusconi “you are not above the law”. The Economist

“nonostante sia sotto processi da anni. Processi dai quali è sfuggito grazie al lento sistema italiano ed a trucchi (depenalizzazioni, riduzione dei

incredibile il vivace

incredibile il vivace dibattito politico che avviene quando vai in un luogo affollato esibendo ‘il fatto quotidiano’

dopo citizen berlusc

dopo citizen berlusconi ero incazzato nero. Dopo videocracy mi sento svuotato.. Questa è L’italia che si meritano. Ed io sono fuori posto.

mediaset rifiuta gli spot di Videocracy.. La rai invece.. anche.. Antigovernativo. Direttiva del ministero della Verità?

Da poco ho iniziato ad interessarmi a Twitter, sono, come dicono molti amici “iperconnesso” nel senso che mi piace curiosare ed approfondire ogni nuovo strumento.

Il mio primo “gioco” con Twitter è stato realizzare questo sito http://politwica.altervista.org/ poco più di un gioco ma dopo poco alcune persone “importanti” hanno iniziato a chiedermi di essere presenti. Questo mi fa piacere. Non credo sposterà dei voti per le prossime elezioni (europee 2009) ma se posso fare qualcosa per colmare questo spazio oramai infinito fra noi e chi ci governa.

Una bella frase sentita non so piu’ dove:
In un paese democratico i governanti hanno paura di quello che puo’ pensare il popolo,
in un paese non democratico il popolo ha paura dei suoi governanti.

Secondo voi, in Italia, in quale sitazione siamo? Io dico una cosa, resisto, resisto, resisto ma se trovo un lavoro all’estero…

settimana strana

Settimana strana.. fra ore di lavoro improponibili e tutte quelle libere passate sul palcoscenico posso ufficialmente dire di essere piuttosto stanco.. non sono neppure riuscito a mandare commenti sull’ultimo spettacolo fatto.. ovviamente è andato bene.. poteva andare meglio.. meno stress ai solisti, piu’ prove.. meno urla.. e forse si avrebbe avuto un esito ancora migliore.. ma è comunqeu andato bene.. e questi era l’importante..

Si è finalmente decisa la questione elettorale.. anche se Tremonti rifiuta ancora il risultato.. pare che finchè non vince berlusconi a luio non va bene!!

Oggi poi berlusconi si è preso le responsabilità.. anzi.. le date.. la colpa è di tremaglia.. la colpa per avere rifiutato in lista qualche delinquente in piu’ che poteva portar altri voti, la colpa è DEI RAPPRESENTANTI DI LISTA CHE SONO TROPPO INESPERTI.. insomma.. di tutti tranne che sua.. come nel suo stile.

Aspettavano l’esito della cassazione per dire che “hanno convinto uno dei senatori dell’unione votato all’estero a passare con la CDL”.. voglio dire.. chissà quanto gli sarà costato…

Corro alle prove.. hasta la victoria