Category: sfogo


Eclissi

Eclissi. Oggi è un anno che non scrivo nulla su queste pagine.

Non che siano mancati gli argomenti, sia chiaro, la mia vita è stata completamente stravolta in questi 12 mesi, ma a Ottobre 2014 ho avuto… un eclissi. Nel giro di pochi giorni mia madre mi ha lasciato. Eravamo tutti così presi dalla novità nel piccolett* in arrivo (allora non sapevamo ancora se fosse piccoletto o piccoletta), che sembrava che nulla potesse turbare la nostra gioia. Poi (come direbbero: L. Macchiarella-C.Maioli)

Mai, mai scorderò
l’attimo, la terra che tremò.
L’aria s’incendio’ e poi silenzio.

Da allora sono successe davvero una marea di cose, prima fra tutte, è nato Niccolò, il 26 Febbraio, ma ogni volta che prendevo in mano il blog (licenza bloggistica) non riuscivo a scrivere. Non potevo scrivere di altro prima di aver scritto questo e quindi. Eclissi. Non scrivevo nulla.

Mi piacerebbe riprendere le redini, raccontare tutto quello che mi è successo, la mia avventura da papà, il teatro, la UILT e tutto il resto. Farò dei POST POST-DATATI (sempre licenza bloggistica, fatela finita!)

Sapete, credevo di essere un duro eh, uno di quelli che la madre la sente ogni quindici giorni e sbuffa pure se lei si lamenta… ma dopo è tutto diverso. Rimpiango ogni singolo abbraccio che non le ho dato e dopo quasi un anno, posso dire che non mi ha mai abbandonato. No, non voglio raccontarvi quelle storielle dove gli spiriti ci restano vicino e ci guidano etc etc. No. Non mi ha mai abbandonato perché è dentro di me, non passa giorno senza che qualcosa non mi faccia pensare a lei, ogni volta che la voce della Metro annuncia l’ultima fermata alla quale sono sceso pensando di andarla ad abbracciare mi rabbuio. Ogni cosa nuova che fa Niccolò, penso a quando avrei voluto che lei lo vedesse. Perché non lo ha mai visto. Ha fatto in tempo a vedere quel suo faccino già bellissimo in ecografia, ma è andata via prima che lui nascesse. Questa è forse la cosa che mi fa soffrire di più.

Il 31 ottobre sarà un anno, neppure nel più geniale film di Tim Burton qualcuno muore mentre le città si popolano di bambini vestiti da scheletri e fantasmi. La notte che i morti tornano sulla terra, lei l’ha lasciata. Credo di avere ancora da qualche parte le caramelle che avevo comprato da dare ai bambini, ma quella notte non c’ero e in qualche modo, quella persona che ero non c’è stata più.

 

Annunci

Image

Ci sono persone che ti aspetti esistano da sempre ed esisteranno per sempre, come la Montalcini, Monicelli o Margherita Hack.

Purtroppo non è così, nonostante questa confusa teoria sull’esistenza di dei, il mondo non è un posto Giusto e se esistesse un dio dovrebbe per primo spiegarmi perché Priebke, 100 anni, è ancora vivo mentre la mia Maggie si è spenta alla tenera età di 91 anni.

Subito i suoi detrattori, cattolici o di destra (perché lei era atea e comunista, senza mai problemi a sostenere le sue scelte) hanno subito attaccato la sua figura rea, a loro dire, di non avere mai fatto nulla di scientifico e solo attività politica.

C’e’ da dire che lei era divulgatrice e non ricercatrice (come invece era la Montalcini) quindi è normale non abbia “scoperto” nulla.

Non invento nulla, leggo da Wikipedia:

– È stata professoressa ordinaria di astronomia all’Università di Trieste dal 1964 al 1º novembre 1992 anno nel quale fu collocata “fuori ruolo” per anzianità e la sua Cattedra fu messa a concorso.
– È stata la prima donna italiana a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Trieste dal 1964 al 1987, portandolo a rinomanza internazionale.
– Membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche, Margherita Hack è stata anche direttore del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Trieste dal 1985 al 1991 e dal 1994 al 1997.
– È stata un membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei (socio nazionale nella classe di scienze fisiche matematiche e naturali; categoria seconda: astronomia, geodesia, geofisica e applicazioni; sezione A: Astronomia e applicazioni)
– Ha lavorato presso numerosi osservatori americani ed europei ed è stata per lungo tempo membro dei gruppi di lavoro dell’ESA e della NASA.
– In Italia, con un’intensa opera di promozione ha ottenuto che la comunità astronomica italiana espandesse la sua attività nell’utilizzo di vari satelliti giungendo ad un livello di rinomanza internazionale.
– Ha pubblicato numerosi lavori originali su riviste internazionali e numerosi libri sia divulgativi sia a livello universitario. Nel 1994 ha ricevuto la Targa Giuseppe Piazzi per la ricerca scientifica.
– Nel 1995 ha ricevuto il Premio Internazionale Cortina Ulisse per la divulgazione scientifica.
– Nel 1978 fondò la rivista bimensile L’Astronomia il cui primo numero vide la luce nel novembre del 1979;
– Insieme con Corrado Lamberti, diresse la rivista di divulgazione scientifica e di cultura astronomica Le Stelle.
– In segno di apprezzamento per il suo importante contributo, le è stato anche intitolato l’asteroide 8558 Hack (nella foto).
– Le è stata conferita la cittadinanza onoraria dei comuni di Castelbellino, di Medicina e di San Casciano in Val di Pesa.

Uomini SUVumani

image

La bicicletta è un mezzo di trasporto piuttosto antico ed all’inizio, qualche anno fa, quando ho ripreso ad usare la bici per andare a lavoro per motivi sia ecologici che economici.. ma anche, diciamolo, per perdere qualche chilo, mi sono sentito regredire.

Figurarsi se mettevo il caschetto, ridicolo. Passano poche settimane dal mio dimezzamento di ruote ed una caro amico, poco più che 50enne viene “sfiorato” da un’auto, che probabilmente sotto i 100q non dà peso a nulla. Appena sfiorato. Ma cade sul marciapiede, batte la testa, e muore sul colpo.

Allora decisi che sopravvivere un altra 50ina di anni valeva bene un po’ di ridicolo (mi sono ripromesso di vedere un mondo senza Berlusconi prima di lasciarlo).

Ora che sfreccio con la mia bici per la città, senza far rumore, senza inquinare e badando alla sicurezza mi sento meno cretino. Il mio android  fa buona musica.

Mi guardo intorno e vedo gente irritata, che spende per muoversi più di quel che vale occupando più spazio di quanto merita. Li vedo urlare, sbraitare con gli occhi accecati dall’ira per non essere potuti arrivare al semaforo rosso 10 secondi prima.

Ci va poco ad immaginarli con delle clave a darsi legnate. Li guardo e penso che il futuro sono io. Loro sono preistorici e subumani.

Anzi, SUVumani.

Borriello e la camorra

Ieri ho scritto su twitter uno sfogo, per quanto sgradevole solo uno sfogo, senza ombra di violenza. Ho scritto che Borriello, che diceva a Saviano di aver lucrato sulla sua citta’, per me poteva fottersi&morire.
Sono stato “rimproverato” dicendomi “Morire come il padre? Lui e’ stato ucciso dalla camorra, non quello di Saviano”.
A quel punto ho provato a mettermi nei panni (che mi starebbero stretti) di Borriello. Ho pensato che se io fossi stato vittima della camorra sarei stato felice che qualcuno la denunciasse al posto mio, e’ ovvio che sono denunce pericolose che la maggior parte delle persone non hanno coraggio di fare. La prima cosa che ho fatto stamattina, non sono superficiale, non ci riesco, sono andato a cercarmi notizie sulla morte del padre di Borriello.
E’ vero, Vittorio Borriello, detto “Biberon”, e’ stato ucciso dalla camorra ma era un usuraio controllato dal clan dei Mazzarella. *

Ora ancora di piu’ mi incazzo e gli dico MUORI. Il figlio di un usuraio che accusa un giornalista, che ora rischia la vita per le denunce, di lucrare su Napoli quando lui stesso e’ cresciuto con i soldi che il padre ha fatto lucrando sulla povera gente.
Pare sia stato ucciso quando ha tentato di riscuotere 300 milioni di lire come interessi su un prestito. E la fonte e’ attendibile trattandosi di un pentito che si autoaccusa del delitto.

Non sono semplici frasi ed esternazioni. Da sempre quando qualcuno sente l’obbligo di attaccare giornalisti e PM e di difendere, anche velatamente, la Camorra o invocare che cada il silenzio su quelle terre, manda dei segnali chiari ai camorristi. “Io non vi daro’ problemi”

* http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Camorra-all%27-attacco/2049361

*
SPOIL
*
SPOIL
*
SPOIL
*
SPOIL
*
SPOIL
*
SPOIL
*
SPOIL

Devo dire che mi aveva sorpreso. Questa idea che, sfiorarando una delle persone a cui erano particolarlmente legati i protagonisti si risvegliasse in loro il ricordo e ne fossero felici mi piaceva proprio tanto, geniale anche il fatto che Jack si sia ripreso i ricordi sfiorando la bara del padre… tutto PERFETTO. Fosse finito in quel momento sarebbe stato un finale geniale. O magari tutti che si ritrovavano ed erano felici, salvi nel mondo civile ma con tutti i ricordi dell’isola. Invece. Zac. Banale, assurdo e malfatto colpo di teatro. In realtà tutti morti e non se ne rendevano conto. Una specie di 6 senso (per quello rompevano con sto SEI?) fatto male perché prima di scoprire di essere morti tutti hanno interagito fra loro, Desmond, morto, guidava l’auto. O mi è sfuggito qualcosa (tornavo da una breve vacanza ed ho visto di filata gli ultimi 5 episodi) o è finito davvero in un modo pessimo. Per me, finisce quando Jack sfiora la bara e cercherò di rimuovere gli ultimi minuti.

Allora.. da dove inizio?? Lo spettacolo di venerdi’ è stato molto buono.. ed io mi sono dato da fare per non sfigurare.. chi lo ha visto dica qualcosa 😀

Ora mi sto concentrando su “Scugnizza” un’altra operetta..

Che altro è successo di importante.. sabato sono stato a vedere berslusconi.. a Torino.. scandaloso.. il suo livello di battaglia politica è “quelli del centro sinistra hanno la faccia smorta e triste.. appena si alzano solo felici guardano fuori dalla finestra e vedono questo bel paese.. poi si guardano allo specchio e si avviliscono”…

Bella forza per uno che con i nostri soldi si fa i lifting e gli impianti di capelli… davvero ridicolo..  è addirittura arrivato a dire
“Il nazismo era alleato con il comunismo e l’America ci ha aiutato a liberarci di entrambe”..

Bene.. partiamo dalla prima.. come si fa??? Come si fa a far diventare “comunismo” tout court il tragico trentennio staliniano? Stalin arrivo’ al potere CONTRO LA VOLONTA’ della parte realmente socialista del partito.. contro la volontà di Lenin che lo considerava pericoloso.. uccise tutti i suoi oppositori (compreso Lenin).. nonostante tutto trasformo’ uno stato poverissimo in una potenza industriale.. e fu subito smentito e denunciato dal partito appena morto per tutti i delitti e le atrocità commesse in segreto..
Ora questi PAGLIACCI vogliono farci credere che  comunismo=stalin?? E poi candidano MUSSOLINI e gente che inneggia al partito fascista.. dice che MUSSOLINI mandava la gente in vacanza al confino…

Questo è tragico revisionismo.. spero che la gente si svegli davvero..  voglio tornare ad essere orgoglioso di essere italiano..

Questa gente che eletta dal popolo lo deride e umilia.. lo carica con la polizia.. perchè il profitto vince su tutto.. anche sulla democrazia.. un governo che mette al SESTO POSTO delle liste elettorali una pregiudicato per MAFIA (Dell’Utri) che è libero solo perchè gli nanno fatto le leggi ad hoc.. questo governo guidato da uno che inneggia all’America.. ma si guarda bene di applicarne i principi dato che LUI in America sarebbe dentro con l’ergastolo…

Governo che vuole la TAV, sorpattutto LUNARDI il cui figlio ha l’appalto per costruirne una buona parte!!

E’ la politica spettacolo.. candidati (da una parte e dall’altra..) soubrettes e ballerine.. un GOVERNO CHE PRESENTA A ROMA UN PARTITO DI NOME FORZA ROMA con candidati che hanno congomi dei calciatori della Roma… UN GOVERNO CHE AVEVA CANDIDATO LA LECCISO in puglia (poi ritirata per sollevazione popolare..)..

Credo sia ora di dire BASTA!!! Non ascoltiamo piu’ nessuno.. non ascoltiamo piu’ quello che dicono da un alto e dall’altro.. pensate a come state.. siete davvero piu’ ricchi? avete davvero avuto pensioni? Siete soddisfatti della legge sulla scuola?  Siete soddisfatti della legge elettorale che CI PRENDE PER IL CULO (dato che avevamo tutti voltato per il maggioritario.. io no.. ma la maggioranza.. e la rispetto..) e che praticamente fa decidete ai segretari di partito chi sarà in parlamento.. togliendoci di fatto il diritto di scelgiere.. forse paura della fantastica campagna “Parlamento pulito” in cui si invitava a non votare per i pregiudicati.. (ma lo sai che per lavorare in posta devi avere la fedina penale pulita ma per fare il ministro non importa???).

Credete a Tremonti & C. che dicono che la crisi d’Italia dipende dall’UNDICI SETTEMBRE quando l’America è in rirpesa da anni??

Io dico Basta… voglio scegliere persone e non slogan ne tantomeno CLOWN..

Bello lo spettacolo di sabato alla convention FI.. prima le majoettes.. poi gli sbandieratori.. ed infine il clown… se qualcuno c’era ed ha sentito ad un certo punto nel silenzio totale urlare “PAGLIACCIO”.. ero io..  stufo di sentire signorotti impellicciati della collina parlare con noia e sufficienza dei NO TAV…

Fine dello sfogo…